Festeggiando i 31 da Tiffany e Piccola Cucina Estiatorio

La settimana scorsa ho compiuto 31 anni, festeggiando cosi il mio decimo compleanno in quel di New York. Devo ammettere che questo compleanno pero’ e’ stato piu’ speciale del solito… La giornata e’ iniziata alle 6:30 del mattino con una … Continue reading

Eccomi!!!

Ragazzi! Eccomi! Scusate se sono scomparsa negli ultimi mesi ma sono stata super-impegnata e presto capirete il perche’ 😉 Da dove iniziare? L’ultima volta che ci siamo sentiti e’ stato dopo la maratona di Boston ad aprile. Ora siamo ad … Continue reading

Facendo del mio meglio

A gennaio vi avevo dato la tristissima notizia della mia frattura da stress alla tiba. Al tempo non correvo da tre settimane e mi aspettavano almeno altre quattro settimane di stop. Durante queste restanti quattro settimane ho iniziato ad allenarmi … Continue reading

Boston Marathon 2016

Ebbene si! Lunedi 18 aprile, ho finalmente corso la maratona di tutte le maratone: la maratona di Boston! Boston e’ stata la mia quarta maratona. Dopo mesi di allenamento, hot yoga, rowing, stretching… Ho realizzato il mio sogno e migliorato … Continue reading

Allenamento 29 giugno – 5 luglio

Buon lunedi! Mancano 14 settimane alla maratona di Chicago e anche questa quinta settimana di allenamento si e’ conclusa:

Lunedi 29 giugno – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 51:40 (8:36 min/mile 5:21 min/km)

Martedi 30 giugno -1 miglio riscaldamento, 7 miglia (11km) tempo run/fondo medio veloce, 1 miglio defaticamento. 56:22 (8:03 min/mile 4:59 min/km). 9 miglia (14.5km) in totale.

Anche se sono rientrata nei limiti prescritti dall’ allenatore (8:00-8:15 min/mile 4:58-5:08 min/km), non e’ stato un grande allenamento. Le temperature abbastanza elevate e la forte umidita’ mi hanno costretta a fermarmi due volte durante gli 11km per bagnarmi la testa e il resto del corpo perche’ la mia temperatura corporea era molto elevata e mi sentivo mancare il respiro. Non e’ proprio l’ ideale fermarsi durante questi tipi di allenamento, ma non avevo molta scelta in questo caso! L’ allenamento si e’ svolto a Central Park che, grazie ai suoi sali/scendi, aggiunge qualche difficolta’ in piu’ 😉 E’ un po’ deprimente pensare che ho corso una maratona intera a questo ritmo lo scorso aprile mentre ora mi riesce difficile mantene lo stesso ritmo per appena 11km! Ma confido nel mio allenatore, il quale sostiene che riusciro’ a correre ad un ritmo piu’ veloce e con piu’ facilita’ non appena le temperature si abbasseranno. Vi ho mai detto quanto mi uccide il caldo??

Mercoledi 1 luglio – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 52:47 (8:48 min/mile 5:28 min/km)

Giovedi 2 luglio – corsa lenta +8x20sec scatti , 9 miglia (14.5km) 1:18:59 (8:44 min/mile 5:27 min/km)

Venerdi 3 luglio – riposo Off from work e grigliata dal mio collega in New Jersey! Giornata splendida trascorsa fra bagni in piscina e hot dogs.

Sabato 4 luglio – corsa lunga lenta, 15 miglia (24km) 2:11:38 (8:45 min/mile 5:27 min/km)

E fu cosi che mi ritrovai sola soletta per i miei 24km 😦 I miei compagni di squadra hanno deciso di correre a Van Cortland Park, un parco nel Bronx che mi avrebbe fatto molto piacere visitare ma che si trova ad un’ ora di distanza da casa mia. Piuttosto che farmi un’ ora all’ andata e un’ ora al ritorno per correre 24km, ho deciso di armarmi di coraggio e pazienza e correre da sola. Lo so, per molti di voi sara’ la norma, ma io sono abituata ad avere spesso qualcuno con me per la corsa lunga. Il tempo passa piu’ in fretta in questo modo e mi sento piu’ motivata! Comunque sia, tornando a noi, ho deciso di iniziare a correre da casa e di raggiungere Central Park passando per il Queensborough Bridge. Fatto un giro e qualcosa del parco, mi sono diretta verso ovest, dove ho concluso l’ ultima parte dell’ allenamento sulla West Side Highway.

Forse dalla mappa il percorso risulta piu' chiaro!

Forse dalla mappa il percorso risulta piu’ chiaro!

E’ stato un allenamento piuttosto strano. Di solito, mi ci vuole un po’ per riscaldarmi. Questa volta, dopo appena 4km, mi sono sentita benissimo. La prima meta’ dell’ allenamento e’ stata davvero piacevole. Dopo 13km, mi sono fermata per rinfrescarmi un po’ e bere un po’ d’ acqua (di solito porto solo Gatorade con me d’ estate). Una volta ricominciato a correre, le cose si sono fatte improvvisamente piu’ difficili. Le gambe e il resto del corpo si senttivano bene, ma ho iniziato ad avere l’ affanno e non sentirmi bene di stomaco. Mi sono fermata altre due volte per rinfrescarmi, bere e riprendere fiato e l’ ultima parte dell’ allenamento e’ stata davvero una battaglia contro me stessa. A detta dell’ allenatore, non e’ stato un affaticamento vero e proprio, perche’ altrimenti le gambe si sarebbero sentite deboli e il ritmo sarebbe calato molto di piu’ (quando in realta’ ho rallentato di 10sec a km al massimo). Secondo lui, ho bevuto troppa acqua quando mi sono fermata per rinfrescarrmi e il corpo ha fatto fatica ad assorbirla. Sabato prossimo staro’ piu’ attenta e probabilmente mi limitero’ a bere il mio solito mezzo litro di Gatorade. Ora che ci penso, le ultime due volte che ho fatto cosi, non ho avuto di questi problemi.

Dopo aver vegetato per il resto della giornata, Claudio ed io siamo andati a vedere i tradizionali fuochi d’ artificio del 4 di luglio, festa dell’ indipendenza! Sono gli stessi tutti gli anni, ma ogni volta e’ un’ emozione guardarli!

Happy Birthday, America!

Happy Birthday, America!

Domenica 5 luglio – riposo

Sveglia tardi, destinazione Brighton Beach (Brooklyn) e pizza da Spumoni Garden per cena. Domenica perfetta, direi.

Do Not Disturb.

Do Not Disturb.

Totale: 45 miglia/72.4km