Eccomi!!!

Ragazzi! Eccomi! Scusate se sono scomparsa negli ultimi mesi ma sono stata super-impegnata e presto capirete il perche’ ūüėČ Da dove iniziare? L’ultima volta che ci siamo sentiti e’ stato dopo la maratona di Boston ad aprile. Ora siamo ad … Continue reading

Facendo del mio meglio

A gennaio vi avevo dato la tristissima notizia della mia frattura da stress alla tiba. Al tempo non correvo da tre settimane e mi aspettavano almeno altre quattro settimane di stop. Durante queste restanti quattro settimane ho iniziato ad allenarmi … Continue reading

Maratona di Boston 2016-il mio piano di battaglia

Non posso credere che mancano poco piu’ di 10 settimane alla maratona di Boston. Esattamente un anno fa, mi stavo allenando per la maratona del New Jersey. Nella testa, un pensiero fisso: 3 ore e 30 minui, il tempo che … Continue reading

Allenamento 20 – 26 luglio

Ciao a tutti! Questa settimana e’ stata un successone su tutti¬†i fronti. Ho rallentato il ritmo della corsa lenta di 15-20sec a km e i risultati non sono tardati ad arrivare…

Lunedi¬†20 luglio¬†‚Ästcorsa lenta,¬†7 miglia (11.2.7km)¬†1:02:33 (8:56 min/mile 5:33 min/km)

Corsa o nuotata?

Corsa o nuotata? Giuro che quella non e’ acqua…

Martedi¬†21 luglio ‚Äď 1miglio riscaldamento,¬†7 miglia (11.2 km) tempo run/fondo medio veloce¬†¬†in 57:17 (8:11 min/mile¬†5:05 min/km),¬†1miglio defaticamento.¬†9 miglia (14.4km) in totale. Goal di questo allenamento era correre le 7 miglia fra gli 8:00min/mile (4:58 km/sec)¬†e gli 8:15min/mile (5:07 km/sec). Non ho iniziato a pieno ritmo ma leggermente sotto gli 8:15 per le prime due miglia. Per quanto avrei voluto andare un po’ piu’ veloce, sono contenta di non aver ceduto alla tentazione (ricordate cosa succede quando comincio a pieno ritmo o, peggio, troppo veloce??). Le prime 4 miglie sono andate piuttosto bene. Verso il quinto miglio ho iniziato a sentire i tipici effetti del caldo: nausea/leggero giramento di testa. Le ultime due miglia sono state una vera e propria battaglia! Mi sentivo come se qualcuno mi stesse prendedo a pugni nello stomaco! Incredibilmente pero’, l’ ultimo miglio e’ stato il piu’ veloce di tutti! Insomma, decisamente un buon allenamento.

Mercoledi 22¬†luglio¬†‚Ästcorsa lenta,¬†7 miglia (11.2km) 1:02:59 (9:00 min/mile¬†5:35 min/km)

Giovedi¬†23 luglio¬†‚Ästcorsa lenta +8x20sec scatti , 10 miglia (16km) 1:29:11 (8:55 min/mile 5:32 min/km)

Venerdi¬†24 luglio ‚Äď riposo

Sabato¬†25 luglio¬†‚Äď corsa lunga lenta, 17 miglia (27.3km) 2:23:42 (8:27 min/mile 5:15 min/km)

Finalmente una corsa lunga come si deve! La corsa si e’ svolta interamente a Central Park e, il fatto di avere iniziato alle 6:30 del mattino ha certamente aiutato la lotta contro il caldo. Ho iniziato con calma e aumentato la velocita’ piano piano. Mi sono sentita benissimo fino alla fine! Logico, ero stanca, ma le gambe non mi hanno mai dato problemi. Onestamente, non c’e’ una singola cosa che cambierei di questo allenamento.

Felicita’ al termine delle 17 miglia!

Domenica 26 luglio ‚Äď riposo

Totale: 50 miglia/80.4km

Allenamento 13 – 19 luglio

Buon lunedi! Anche questa settimana di allenamento si e’ conclusa. L’ allenamento e’ andato meglio del solito, anche se la corsa lunga di sabato non e’ stato un successone…

Lunedi¬†13 luglio¬†‚Ästcorsa lenta,¬†7 miglia (11.2.7km) 59:06 (8:26 min/mile 5:14 min/km)

Martedi 14 luglio Р2 miglia riscaldamento, 4 miglia (6.4km) tempo run/fondo medio veloce  in 31:45 (7:56 min/mile 4:55 min/km), 2 miglio defaticamento. 8 miglia (12.8km) in totale.

FINALMNTE un allenamento come si deve! Caldo e umido come sempre, ma questo giro mi sono detta che no, ce l’ avrei dovuta fare. Il mio motto: sono solo 4 miglia – 4 miglia non sono nulla per me! Ho incontrato la squadra a Central Park e corso le prime due miglia con il gruppo e due miglia da sola ascoltando Gigi D’Agostino on repeat (tamarrissima, lo so!). Ebbene si, “solo” 4 miglia, ma le ultime due le ho sentite tutte… gambe=due budini, un caldo che nemmeno a Ferragosto sotto al sole ne ho sentito tanto, sete e testa che girava. Ma… 7:48; 7:57; 8:01; 7:58! SUCCESS! Per la prima volta da Maggio, sono riuscita a correre 4 miglia di fila ad una media inferiore agli 8:00min/mile e non ho rallentato di 3000 secondi a miglio durante l’ ultima parte dell’ allenamento! Durante l’ inverno, 4 miglia al ritmo della maratona sono praticamente una passeggiata. In estate, sono una tortura e ogni piccolo progresso mi rende di una felicita’ immensa!

Mercoledi15 luglio¬†‚Ästcorsa lenta,¬†7 miglia (11.2km) 1:00:34 (8:39 min/mile¬†5:22 min/km)

Giovedi¬†16 luglio¬†‚Ästcorsa lenta +8x20sec scatti ,¬†9 miglia (14.4km) 1:17:41 (8:38 min/mile 5:21 min/km)

Venerdi¬†17 luglio ‚Äď riposo

Sabato¬†18 luglio¬†‚Äď corsa lunga lenta, 16 miglia (25.7km) 2:21:10 (8:49 min/mile 5:28 min/km)

Ho iniziato a correre alle 7:15 per sconfiggere il caldo, ma la cosa non e’ servita a molto perche’ era super-umido e si faceva fatica a respirare. Dopo 4 miglia, ho raggiunto il mio gruppo e ho proseguito con loro per un po’. All’ improvviso, le gambe sono diventate pesantissime e stanche. Facevano fatica a piegarsi e da li in poi, e’ stata una battaglia. Ho rallentato di 20/30 secondi, acceso l’ ipod, e continuato a girare¬†intorno a Central Park facendo il conto alla rovescia delle restanti miglia. Una gioia insomma! Ah, verso meta’ allenamento, ha iniziato a diluviare di brutto e, per quanto la forte pioggia fosse fastidiosa, quei 15 minuti sono stati laparte piu’ bella (e fresca!) della mia corsa lunga. Peccato che appena il temporale ha smesso l’ aria¬†sia diventata piu’ umida ed insopportabile di prima…

Tornando a noi: questa e’ la terza corsa lunga di fila durnate la quale, per un motivo o per un altro, non mi sono sentita al top e non sono riuscita a rispettare i tempi prescritti. Naturalmente, ci sono varie cause per questo ma, vista com’e’ andata la corsa di sabato, presumo che uno dei motivi sia che sto correndo troppo veloce il lunedi e il mercoledi durante la corsa lenta. Quando mi sono allenata per la maratona del New Jersey (la mia ultima maratona), la mia corsa lunga e’ stata sempre piu’ veloce delle mie corse lente. Ultimamente invece sta succedendo il contrario e quindi ho deciso di mettermi di impegno e rallentare ancora di piu’ il lunedi e il mercoledi nella speranza di sentirmi piu’ in forma e andare piu’ veloce il sabato. Nella corsa, come in tutti gli altri sport, non si finisce mai di imparare.

NonPerdoMai

Domenica 19 luglio – riposo

Caldo mostruoso domenica e tappa in spiaggia obbligatoria! Al ritorno, ci siamo fermati a prendere un [paio di] gelato/i per festeggiare la Giornata Nazionale del Gelato! Giuro che esiste e che non e’ una mia invenzione!

Sorbetto al limone e cookie dough!

Sorbetto al limone e cookie dough!

Totale: 47 miglia/ 75.6km

E per finire in bellezza… le iscrizioni per la maratona di Boston 2016¬†apriranno ufficialmente il 14 settembre!

!!!

Sono passati quasi tre mesi dalla maratona del New Jersey, eppure a volte ancora stento a credere che abbia corso una maratona in 3h29 e mi sia qualificata per la maratona di Boston!¬†E’ stato veramente un sogno diventato realta’ per me e¬†so gia’ che, comunque andra’, il 18 aprile 2016 sara’ una¬†giornata memorabile!

Allenamento 6 luglio ‚Äď 12 luglio

#vero: mi sono pentita immediatamente della decisione di iniziare ad allenarmi per una maratona d' estate.

#vero: mi sono pentita immediatamente della decisione di iniziare ad allenarmi per una maratona d’ estate.

Questa foto spiega esattamente come mi stio sentendo nell’ ultimo periodo. Questa settimana ha infatti confermato per l’ ennesima volta quanto correre d’ estate non faccia per me. Sigh!

Lunedi¬†6 luglio¬†‚Ästcorsa lenta, 6 miglia (9.7km) 50:43 (8:28 min/mile 5:15 min/km)

Martedi 7 luglio -2 miglia riscaldamento, 2x1600m (7:30 min/mile 4:39min/km). Era da tanto, tantissimo tempo che non interrompevo un allenamento a meta’. L’ allenamento prevedeva 5 ripetute da 1600m. Dopo il lavoro, mi sono armata di acqua ghiacciata (da versarmi addosso fra una ripetuta e l’ altra) e Gatorade e mi sono diretta al campo di atletica. Gia’ durante il riscaldamento avevo capito che, grazie al caldo e alla forte umidita’, sarebbe stato un allenamento tosto. Ma, come si suol dire, la speranza e’ l’ ultima a morire. I primi 1600m li ho corsi leggermente piu’ veloci del dovuto. Durante la seconda ripetuta ho rallentato un po’ ma mi sono sentita peggio di prima. Durante la terza… mi sono fermata dopo 200m. Non ho¬†esattamente deciso io di fermarmi – le mie gambe si sono semplicemente fermate di botto, come per dire: “noi ci rifiutiamo di continuare! Ciao!” Dopo pochi minuti, ho iniziato a piangere come una disperata. Un allenatore che era li si e’ avvicinato per sapere se andava tutto bene e, l’ unica cosa che riuscivo a dire era: “non lo so, le mie gambe non vogliono muoversi e non so il perche’!” Lo so, estremamente drammatico, ma vi guiro che non ero in me. Talmente non ero in me che mi sono dimenticata di fermare il Garmin, e il che e’ tutto un dire. Dopo dieci minuti e mezzo litro di Gatorade, ho iniziato a sentirmi meglio. Tornando a casa, mi sono sentita molto triste ed abbattuta. Fino a pochi mesi fa, questo ritmo era totalmente fattibile per me, mentre ora faccio una fatica enorme a mantenerlo per un¬†misero miglio. Pero’ quello che e’ successo durante questo allenamento mi ha fatto realizzare che con il¬†caldo non si scherza. Siamo tutti diversi e c’e’ chi soffre il caldo di piu’ quando corre con il caldo¬†e chi di meno. E’ ingiusto, ma e’ cosi. Anche con tutta la buona volonta’ del mondo, non posso cambiare¬†il modo in cui il mio corpo reagisce al caldo. Un mese fa, mi sono slogata una caviglia perche’ mi sono sentita mancare¬†durante la fine di un allenamento. Martedi, sono scoppiata a piangere senza motivo¬†per colpa di un forte colpo di calore. Diciamo che devo mettermi l’ animo in pace e prendermela con calma se voglio arrivare ad ottobre tutta intera per correre questa benedetta maratona!

Acqua ghiacciata da una parte, Gatorade dall' altra. COme potete notare, la buona volonta' c'era tutta!

Acqua ghiacciata da una parte, Gatorade dall’ altra. Come potete notare, la buona volonta’ c’era tutta!

Mercoledi¬†8 luglio¬†‚Ästcorsa lenta, 6 miglia (9.7km) 51:55 (8:39 min/mile 5:16 min/km)

Giovedi¬†9 luglio¬†‚Äst7 miglia lente, 2 miglia veloci. 9 miglia/14.4km in totale. In quanto tempo, non ne ho idea! Dopo un paio di miglia¬†e’ iniziato a piovere forte e il Garmin mi ha totalmente abbandonata. Pazienza. So solo che la pioggia era proprio quello che ci voleva… Non mi sentivo cosi fresca e veloce da quasi due mesi!

Venerdi¬†10 luglio ‚Äď riposo

Sabato¬†11 luglio¬†‚Äď corsa lunga lenta, 14 miglia (22.5km) 2:02:00 (8:45 min/mile 5:24 min/km)

Che faticaccia questo sabato! ll sole picchiava come non mai e mi sentivo le gambe come due budini. Non vedevo l’ ora di finire! Ho corso in parte con la squadra a Central Park e in parte da sola intorno a Roosevelt Island. Subito dopo, stretching, protein shake e… Brighton Beach! Un tuffo nell’ oceano era proprio quello che ci voleva dopo due ore di corsa sotto il sole.

Post-nuotatina

Post-nuotatina

Domenica¬†12 luglio ‚Äď corsa lenta, 4 miglia (6.4km) 33:23 (8:20min/mile 5:11 min/km)

Correre di domenica e’ facoltativo, ma domenica mi sono svegliata con la necessita’ di correre (leggi: con la luna storta) e sapevo che una bella corsetta mi avrebbe aiutata a sentirmi meglio e cosi e’ stato. Dopo la corsa, mi sono diretta a Yonkers per festeggiare la laurea della mia compagna di squadra Mady che, tra le altre cose, fra qualche settimana ci abbandonera’ per andare a lavorare in Irlanda. Dire che sono triste a riguardo e’ dir poco…

Con Kinna (sinistra) e Mady (destra) <3

Con Kinna (sinistra) e Mady (destra) ‚̧

Totale: 43 miglia/69.2km