Vacanze Romane!

La scorsa settimana sono rientrata a New York dopo il mio viaggio semi-annuale a Roma. Durante i miei primi anni a New York, un po’ per l’ universita’ e un po’ per il lavoro, era un miracolo se riuscivo ad andare in Italia una volta l’ anno. Durante gli ultimi tre anni le cose sono cambiate fortunatamente e di solito mi ritrovo ad andare a Roma per Natale/Capodanno e a fine maggio.

InPartenza

Bye Bye New York!

Un’ altra cosa che e’ cambiata durante gli anni e’ la nostalgia di Roma quando sono a New York e la nostalgia di New York quando sono a Roma. Durante il mio primo anno a New York, la nostalgia che avevo di casa era talmente tanta che, dopo i primi otto mesi, avevo pensato di tornare definitivamente in Italia. Poi con gli anni mi sono abituata e Roma, troppo diversa da New York, aveva iniziato ad andarmi un po’ stretta. La felicita’ di tornare e riabbracciare la mia famiglia era sempre la stessa, ovviamente, ma dopo un po’ iniziava a mancarmi la routine di tutti i giorni a New York. Nell’ ultimo paio di anni pero’ le cose sono cambiate nuovamente. Sento che una settimana e’ davvero troppo poco tempo e, ogni volta che arriva il momento di partire, mi sento come se fossi appena arrivata e non avessi concluso nulla, il che fa ridere perche’, oltre alle solite visite dentistiche etc., cosa ci sara’ mai stato da concludere?

GelatoNutella

Forse avrei dovuto mangiare piu’ di un gelato alla Nutella al giorno?

Risotto

Avrei potuto mangiare piu’ porzioni di questo squisito risotto al radicchio preparato dalla mia mamma…

13308602_10154305517848442_6823147495640319591_o

…e avrei potuto continuare a bere Spritz prima di pranzo tutti i giorni…

Il fatto e’ che, nonostante Roma sia la citta’ dove sono nata e cresciuta, da dieci anni a questa parte e’ diventata una meta di vacanza per me. E, come per tutte le vacanze, il tempo sembra sempre troppo poco e vorremmo che non finissero mai. Mi rendo conto che se vivessi a Roma tutto l’ anno, non potrei di certo permettermi di bere Spritz a mezzogiorno o mangiare pasta a pranzo, gelato a merenda e pizza a cena tutti i giorni (o magari potrei, ma poi troppe maratone mi toccherebbe correre per smaltire il tutto πŸ˜› ).

Il momento piu’ difficile pero’ rimane sempre il dover lasciare la mia famiglia. Facendo due calcoli, mi rendo conto che vedro’ i miei genitori e i miei parenti si e no 20 giorni l’ anno, il che e’ davvero deprimente. Ogni volta che vado, penso che la cosa sia assurda ma, d’ altro canto, che scelta ho?

MammaEpapa'

Se non e’ un benvenuto questo!

E’ per questo che, ogni volta che vado a Roma, cerco di passare un po’ di tempo con i miei amici ma di dedicare la maggior parte di esso ai miei familiari, auto-invitandomi a cena o organizzando cene e pranzi tutti insieme.

fregene

Pranzo di famiglia a Fregene. Sempre a magnaaaaa’!

 

Questo giro mia cugina si e’ superata e, per uno dei miei auto-inviti, ha preparato tutti i miei piatti preferiti: patate in pastella, cinque tipi diversi di pizza, fiori di zucca fritti e pesche alla Nutella! A fine cena, stavo letteralmente per scoppiare e avrei voluto tanto poter portare gli avanzi qui con me a New York (dove invece ho portato solo due misere bustine di riso Knorr ai funghi porcini e agli asparagi).

ZiaSilvana

Pesche alla Nutella, rotolo panna & fragole, pastarelle… Chi piu’ ne ha, piu’ ne metta!

Il sabato successivo poi, mia zia mi ha preparato l’abbacchio con le patate, una prelibatezza che viene riservata per il pranzo di Natale, ma che mia zia ha preparato del via del tutto eccezionale durante una calda serata di giugno. Tornare a Roma solo due volte l’ anno ha dei vantaggi a quanto pare πŸ˜‰

crostata

E dopo l’abbacchio, una crostata di arrivederci #sigh

Naturalmente sono anche andata a correre quasi tutti i giorni. Tutte corse tranquille, da sola, senza musica, nella splendida villa Pamphilii. Il tempo fortunatamente e’ stato dei migliori per essere fine maggio/inizio giugno (soleggiato ma non troppo caldo o umido) ed e stato stupendo potersi godere il panorma e la natura circostante senza dover pensare a quanto stessi andando o a cosa preparare per cena dopo l’ allenamento.

SanPietro

San Pietro vista da Villa Pamphilii

La parte piu’ bella? Il sapere che a casa mi aspettava una sfoglia alla crema per colazione ogni mattina!

Il mercoledi sera poi ho deciso di unirmi al gruppo Nike Roma per una corsa nel centro di Roma. Sono venuta a conoscenza di questo gruppo grazie ad alcuni contatti che ho su Instagram e Facebook. So che la Nike organizza delle corse settimanali qui a New York, ma non sapevo che la cosa si fosse estesa fino a Roma. Il gruppo si incontra tre volte in settimana alle 19:00 (19:04, per l’ esattezza) al negozio Nike situato a via Cola Di Rienzo e il mercoledi organizzano la Home Run, una corsa di 5, 7 o 10 km nel centro di Roma. Dopo aver deciso che distanza percorrere (io mi ero iscritta ai 10km), vengono creati dei gruppi in base al ritmo al quale si vuole correre. Nel mio gruppo saremmo stati una decina e devo dire che e’ stata davvero una corsa memorabile per me. Come avevo gia’ accennato in passato, la mia passione per la corsa e’ nata qui a New York nel 2013 e non avevo mai corso nel centro di Roma. Traffico e Sanpietrini a parte (dolore!!!), attraversare piazza del Popolo, piazza del Pantheon e raggiungere Castel Sant’Angelo di corsa e’ stato a dir poco fantastico!

Nike

Selfie sul lungo Tevere!

Fra pizza, pasta, Spritz e qualche corsetta qua e la, anche questa vacanza romana e’ giunta al termine (purtroppo). Next stop: Sardegna in agosto!!!

Advertisements

4 thoughts on “Vacanze Romane!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s