Allenamento 15 – 21 giugno

Questa settimana di allenamento e’ iniziata bene, proceduta male e finita bene, per fortuna!

Lunedi 15 giugno – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 50:52 (8:28 min/mile 5:16 min/km)

Corsa tranquilla e piacevole! Una di quelle corse dove potresti continuare all’ infinito. La temperatura leggermente piu’ fresca ha sicuramente aiutato.

Martedi 16 giugno – riscaldamento, 10x600m, defaticamento (9 miglia/14.5km in totale)

Era da piu’ di un mese che non facevo ripetute e, complice la giornata calda e umidissima, e’ stato un allenamento molto tosto. Mi sono avviata al campo di atletica direttamente dall’ ufficio. Il mio allenatore mi aveva detto di tenermi fra i 2’35” e i 2’40” il che, ho pensato, sarebbe stato super-fattibile visto che, fino a poco tempo fa, ero capace di fare fino a 6 ripetute da 1600m a quel ritmo. Mi sbagliavo, oh se mi sbagliavo! I miei tempi sono stati i seguenti: 2:32; 2:40; 2:42; 2:43; 2:44; 2:44; 2;47; 2:47; 2:50; 2:51.

Toh chi si rivede!

To’ chi si rivede!

Come potete notare, questo allenamento non e’ stato proprio il massimo. Ho spinto e dato il meglio di me fino all’ ultimo, ma le gambe proprio non ne volevano sapere di muoversi! Era come se mi muovessi a rallentatore, come se qualcosa mi impedisse di avanzare. Insomma, i risultati sono stati deludenti, ma almeno ci ho provato! L’ allenatore mi ha detto di non preoccuparmi, che molto e’ dovuto al caldo, ma che comunque devo imparare ad iniziare lentamente e ad aumentare il ritmo ripetuta dopo ripetuta.

Mercoledi 17 giugno – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 53:35 (8:28 min/mile 5:33 min/km)

Gambe stanche per via delle ripetute del giorno prima, quindi me la sono presa con molta calma.

Giovedi 18 giugno – corsa lenta, 8 miglia (13km) 1:09:49 (8:44 min/mile 5:25 min/km)

Corsa alquanto frustrante. Per l’ ennesima volta, le gambe non ne volevano sapere di muoversi. Me le sentivo come due tronchi di legno! E’ stato come se il mio corpo si fosse dimenticato completamente di come si corre. Mentalmente, e’ stata una faticaccia finire questo allenamento. Lo so che la corsa e’ uno sport che richiede mooolta pazienza ma, dopo tre settimane di corse cosi cosi, la mia pazienza si stava bella che esaurendo a questo punto

Venerdi 19 giugno – riposo

Sabato 20 giugno – corsa lunga lenta, 13.8 miglia (22.2km) 1:58:03 (8:33 min/mile 5:19 min/km)

Onestamente, ero alquanto in ansia per questa corsa. Fatta eccezione per lunedi, i miei allenamenti hanno lasciato molto a desiderare questa settimana. Ho iniziato questo allenamento da sola e, dopo circa 7km, ho raggiunto i miei compagni di squadra ad Harlem, sulla 125esima strada. Per arrivare li, ho dovuto correre parte del percorso della maratona di New York al contrario e non vi nascondo che la cosa mi ha fatto abbastanza emozionare! Dopo averla corsa per due anni di fila, so gia’ che a novembre avro’ un po’ di magone.. Ma questo autunno e’ la volta di CHICAGO! New York, noi ci rivedremo nel 2016 😉 Tornando a noi… Il percorso della giornata prevedeva andare da Manhatta al Bronx per poi tornare a Manhattan passando per un ponte che e’ stato recentemente riaperto ai pedoni, l’ High Bridge. La corsa e’ andata meglio del previsto! Non mi sono mai sentita super-carica e le gambe non erano fresche al 100%, ma sono stata capace di tenere piu’ o meno lo stesso ritmo dall’ inizio alla fine, rispettando i tempi prescritti dal mio allenatore. Il tempo nuvoloso e le temperature piu’ basse sono state di sicuro di grande aiuto!

Greetings from the High Bridge! Io sono quuella con gli occhiali seduta - ogni scusa e' buona per sedersi.

Greetings from the High Bridge! Io sono quuella con gli occhiali seduta – ogni scusa e’ buona per sedersi.

Domenica 21 giugno – riposo

Totale: 43 miglia/ 69 kilometri

Questo e’ quanto per questa settimana! La caviglia sta migliorando piano piano. Mi fa sempre un po’ male se la tocco ed e’ ancora leggermente gonfia, ma so che ci vorra’ anocra un po’ di tempo per farla tornare 100% alla normalita’.

Allenamento 8 – 14 giugno 2015

Questa seconda settimana di allenamento per la maratona di Chicago non e’ andata esattamente secondo i piani…

Lunedi 7 giugno – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 50:52 (8:30 min/mile 5:16 min/km)

Corsa fantastica! Finalmente una corsa tranquilla e piacevole, ho pensato. La cosa purtroppo non e’ durata a lungo…

Martedi 8 giugno -2 miglia lente, 4 miglia (6.5km) in progressione, 2 miglia lente.

Le 4 miglia in progressione sono state un incubo! Faceva un caldo atroce e avevo il battito cardiaco a mille! Ho iniziato con calma, a 8:30 a miglio, come suggerito dall’ allenatore. Ma, gia’ subito dopo il primo miglio, ho capito che non avrei raggiunto il mio obiettivo e che anzi, avrei fatto una fatica immensa a mantenere un ritmo molto piu’ lento di quello pre-stabilito. Ce l’ ho messa davvero tutta e ho spinto fino all’ ultimo ma il mio corpo stremato dal caldo proprio non ne voleva sapere. Ho finito la “progressione” (8:06, 8:01, 8:18, 8:19) in  32:44 (8:11 min/mile 5:05 min/km), esattamente 11 secondi per miglio al di sotto del ritmo che ho tenuto durante la mia ultima maratona in aprile. Dire che e’ stato scoraggiante e’ dir poco, ma questa e’ la terza estate di seguito che mi alleno per una maratona e conosco fin troppo bene il mio corpo: caldo e umidita’=tanta fatica e pochi progressi. Ma, come dico sempre, l’ importante e’ mettercela sempre tutta. Se ce la si mette tutta e il corpo, per un motivo o per un altro, si rifiuta di cooperare, non ci si puo’ fare nulla!

Mercoledi 9 giugno – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 50:28 (8:25 min/mile 5:14 min/km)

Giovedi 10 giugno – corsa lenta +8x20sec scatti , 8 miglia (13km) 1:14:52 (9:21 min/mile 5:49 min/km)

Ultimo allenamento della settimana… Tutto e’ cominciato dopo il primo miglio. Ingenuamente, pensavo di poter sconfiggere i 32 gradi e l’ umido. Invece, gia’ da subito, mi sono sentita debole e ho iniziato ad avere dei giramenti di testa. Avevo una sete pazzesca e il battito cardiaco era estremamente elevato, nonostante stessi tenendo un ritmo molto blando. Ho deciso di fregarmene del tempo e di pensare solo a finire. Mi sono fatta forza fino all fontanella, dove ho bevuto e mi sono bagnata testa, nuca e polsi. Ancora 5 miglia, ce la posso fare! Neanche 5 minuti ed ero gia’ interamente asciutta. Mi sono fatta forza per un altro miglio e mi sono fermata nuovamente per bere e rinfrescarmi. Terminate 6 miglia e mezzo, ho iniziato con gli scatti. Gli scatti sono andati meglio del previsto ma, una volta finito, ho iniziato ad avere una forte nausea e dei giramenti di testa. Ho perso l’ equilibrio e sono caduta sulla parte esterna della caviglia sinistra… Ho cacciato un urlo cosi forte che penso mi abbiano sentito fino a Brooklyn! Insomma, un allenamento iniziato male e terminato con una storta alla caviglia che mi ha messo KO per l’ intero weekend.

Totale: 28 miglia/45 kilometri

A riposo per l' intero weekend.

A riposo per l’ intero weekend.

L’ allenatore mi ha detto di aspettare tre giorni e vedere come procedono le cose. Per ora cammino bene, ma la caviglia e’ ancora gonfia e fa malissimo se la tocco! E’ proprio il caso di dire che ho iniziato la stagione con il piede sbagliato 😉

Allenamento 1 – 7 giugno 2015

Lunedi primo giugno, fresca fresca di rientro dall’ Italia, trovo un’ email del mio allenatore con il programma di allenamento per la maratona di Chicago, che si terra’ l’ 11 ottobre. Alle 16:30, dopo nove ore di volo e con sei ore di fuso orario, l’ ultima cosa che avevo in mente di fare era correre. Di conseguenza, il primo giorno ufficiale di allenamento e’ stato utilizzato come giorno di riposo. Come si dice: “chi ben comincia, e’ a meta’ dell’opera”. Appunto.

Dopo quasi due settimane di dolce far niente e con qualche chilo in piu’ grazie ai deliziosi piatti della mamma, il mio allenamento e’ stato il seguente:

Lunedi 1 giugno – riposo

Martedi 2 giugno– corsa lenta, 5 miglia (8km) 44:37 (8:55 min/mile 5:33 min/km)

Mercoledi 3 giugno – corsa lenta, 6 miglia (9.7km) 52:37 (8:46 min/mile 5:27 min/km)

Giovedi 4 giugno – corsa lenta +6x20sec scatti , 8 miglia (13km) 1:10:35 (8:49 min/mile 5:29 min/km)

Venerdi 5 giugno – riposo

Sabato 6 giugno – corsa lunga lenta, 11 miglia (17.7km) 1:37:23 (8:51 min/mile 5:30 min/km)

Domenica 7 giugno – corsa lenta, 5 miglia (8km) 42:34 (8:31 min/mile 5:17 min/km)

Totale: 35 miglia/ 56.3 kilometri

Come avrete notato, nulla di entusiasmante. Le prime due settimane di allenamento sono molto tranquille… PER FORTUNA, mi verrebbe da aggiungere. Infatti, dopo quasi due settimane senza correre, devo ammettere che ricominciare e’ stato alquanto traumatico. Martedi, mercoledi e giovedi le mie gambe proprio non ne volevano sapere di muoversi. Sabato mi sono sentita leggermente meglio ma l’ umidita’ (95%!) ha avuto la meglio e ho dovuto rallentare verso la fine. Domenica finalmente ho avuto un allenamento come si deve, tranquillo e senza dolori. Ancora non mi sento le gambe al 100%, ma so che ci vorra’ del tempo per riprendere la forma e abituarsi ai nuovi ritmi. Vedremo come andra’ questa settimana!